Fa caldo! Piccoli accorgimenti per il tuo piccolo.

0
420

Con l’arrivo dell’estate è importante prendere tutte le precauzioni necessarie affinché i bambini possano affrontare il caldo della bella stagione nel modo migliore e proteggere la salute con i prodotti e le accortenze giuste.

Il problema della protezione dal caldo si pone soprattutto per i neonati nati in primavera o nel pieno dell’estate perché si trovano sin da subito a dover affrontare alte temperature.

E’ bene sapere che non è opportuno tenere i piccoli sempre chiusi in casa con l’aria condizionata accesa, soprattutto se impostata sotto i 23°C, e questo per evitare un eccessivo sbalzo di temperatura rispetto all’ambiente esterno. Per lo stesso motivo, anche in auto, l’aria condizionata andrebbe accesa sempre con moderazione. Ricordiamoci in questo caso di usare le tendine parasole e di reidratare spesso il piccolo.

Caldo e alimentazione

Per i bimbi al di sotto dei 6 mesi di vita il latte materno risponde pienamente al suo bisogno di fame e sete. Alcuni pediatri sostengono che non è necessario aggiungere altri liquidi alla loro dieta, mentre altri affermano che, se fa molto caldo, è possibile dare loro anche qualche cucchiaino d’acqua. L’unico inconveniente, in questo caso, sarebbe dato dal fatto di dare loro un senso di sazietà che potrebbe indurli a mangiare una quantità minore di latte e quindi al fatto di esporli comunque al rischio di disidratazione.

Per i bambini più grandi si può puntare sull’apporto di frutta e verdura, alimenti che, oltre a essere naturalmente ricchi di acqua, contengono sali minerali e zuccheri che apportano la giusta energia e saziano in modo appropriato. Via libera anche a ghiaccioli e gelati leggeri, meglio se al gusto di frutta, che occasionalmente possono sostituire un pasto per i bambini con più di 3 anni. Da evitare, invece, i piatti elaborati con l’aggiunta di grassi e le merendine salate che appesantiscono e non dissetano.

Passeggiate refrigeranti e protette

Il caldo per i bambini è molto stressante e per questo è consigliato cambiare spesso ambiente. Un’uscita al parco o una passeggiata sul lungo mare è quello che ci vuole per distrarli e fare loro recuperare il buon umore.

Resta ben inteso che, se programmate di uscire, sarebbero da evitare le ore di punta (dalle 11.00 alle 17.00) e da preferire invece le ore del primo mattino o del tardo pomeriggio. Munite il passeggino di un pratico e colorato ombrellino che faccia le veci della chiusa cappottina invernale e fate indossare al vostro piccolo un leggero cappellino traspirante, preferibilmente di colore chiaro. Non dimenticate, infine, di applicare un velo di crema solare con un alto fattore di protezione per proteggere al meglio la sua pelle delicata.

Per combattere il caldo, vestiamo in modo leggero i nostri piccoli e preferiamo sempre fibre naturali, traspiranti e fresche. Sono perfetti i body in cotone naturale che, oltre ad essere comodissimi per i bambini sempre in movimento sono anche facili da lavare e stirare. Il consiglio è di dotarvi di una capiente borsa da passeggio in cui mettere fra le varie cose (pannolini, biberon, ciuccio, portaciuccio, salviette umidificate, ecc.) un cambio per ogni evenienza e un golfino o una copertina leggera. Capita non di rado di dover entrare in un ambiente inaspettatamente “freddo” (avete presente quei locali in cui l’aria condizionata è decisamente troppo alta?) ed è bene cercare di proteggere i nostri bimbi dal repentino cambio di temperatura.

Bagnetti rinfrescanti

Durante le ore del giorno più calde provate a fare dei piccoli bagnetti refrigerenati al vostro piccolo. Non bisogna esagerare, ovviamente, ma si può arrivare tranquillamente a 2 al giorno. Se invece avete spazio, perchè non allestire una piccola piscina gonfiabile da posizionare in terrazzo o in giardino, ovviamente meglio se in un posticino tranquillo, riparato dai raggi diretti del sole? Ottimo, laddove possibile, anche un tuffo al mare (sempre sotto sorveglianza di un adulto) purchè sia fatto a distanza di almeno 2 ore dall’ultimo pasto, se si tratta di una poppata, o di 3 ore se i bambini hanno mangiato pasta o carne. Ricordatevi anche di asciugarlo ben bene quando esce dall’acqua perchè non risenta di inaspettati colpi d’aria. Magari procuratevi dei comodi accappatoi a triangolo con i quali anche questa operazione, spesso non gradita dai più piccoli, può diventare un gioco.

Anche un giretto in montagna può essere la soluzione ideale nelle giornate più calde. I pediatri raccomandano di non portare i bimbi piccoli ad altitudini troppo elevate quindi, prima di programmare una gita fuori porta, chiedete il loro parere. Certo è che in montagna si possono fare bellissime passeggiate in mezzo alla natura e, soprattutto alla sera, si può beneficiare di un clima tendenzialmente meno afoso e più fresco.

A prescindere dal luogo in cui decidete di andare siate previdenti e munite il passeggino di una pratica zanzariera che vi dispenserà dal fatto di dover utilizzare repellenti da applicare sulla pelle dei bambini, oppure acquistare dei prodotti antizanzare per bambini.

Il caldo di notte

Spesso le ore notturne sono le più difficili da sopportare. Anche i più piccoli possono rigirarsi fra le lenzuola senza trovare pace. Non lasciatevi tentare dall’idea di eliminare del tutto copertine leggere e lenzuola perchè spesso servono al vostro piccolo come oggetti da stringere per trovare conforto e protezione. In più non sottovalutate il fatto che se sono anche oggetti simpatici e divertenti possono fornire spunto per giochi e piccoli racconti da condividere con il proprio piccolo per farlo addormentare.

Visitate lo store www.sottoilcavolo.com e, in particolare, la sezione dedicata ai tessili: troverete diversi set di lenzuolini in cotone, freschi, traspiranti e deliziosamente decorati, firmati Dili Bets, Fantasy, Anna Geddes, Somma, Fior di Nanna, Pali, Sweet Years e Tutto Mio. E troverete anche una sezione apposita in cui potrete creare il coordinato culla o lettino che fa al caso vostro, scegliendo solo quello di cui avete veramente bisogno.

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here