I consigli per vincere la guerra al cucchiaino!

0
377

I nostri bambini alcune volte sono dei gran dormiglioni e dei gran mangioni ma, diciamolo, non capita spesso! Il più delle volte, soprattutto in alcune fasi della crescita, sembrano disprezzare ogni tipo di cibo che prepariamo. Questa fase segna l’inizio di una lunga e faticosa controversia, la prima che dobbiamo affrontare e che dobbiamo imparare a gestire. Il rifiuto della pappa è infatti una problematica che si può protrarre per lungo tempo e che si può ripetere più volte nell’arco della giornata.

Ma a cosa sono dovuti i capricci dei nostri piccini e perché? Quale può essere l’alimentazione migliore per garantire loro il nutrimento adeguato alla crescita, ma nel contempo fargli conoscere gusti e sapori vari, così da avvicinarli al piacere della tavola?

Il rifiuto nei confronti del cibo è nella maggior parte dei casi provocato dal passaggio dal latte agli alimenti solidi. Il bambino può fare fatica ad abituarsi al cambiamento e alla differenza di consistenza del cibo.
Quindi, se il bambino è ancora piccolino e ci troviamo nella fase di passaggio “dallo svezzamento alle pappe”, possiamo affidarci a uno strumento ancora poco conosciuto ma che potrà rivelarsi davvero strategico: il ciuccio-pappa detto anche ciuccio da svezzamento. Questo ciuccio in silicone è munito di una retina al cui interno possiamo inserire piccoli pezzetti di frutta che il bambino potrà succhiare a piacere. In questo modo comincerà ad assaporare cibi diversi per sapore e consistenza dalle pappe liquide, senza tuttavia correre il rischio di ingerire pezzetti troppo grossi che ancora non è in grado di masticare. Altrettanto utile è lo schiaccia pappa. Questo prodotto vi permetterà di preparare da voi dei veri e propri omogeneizzati di frutta e verdura fresca, privi di conservanti e additivi.

Vero è però che, nei primi anni di vita, nel rispetto di quanto suggeriscono medici e pediatri, i bimbi devono essere alimentati con pappe molto semplici, leggere e salutari ma che non possiamo certo giudicare gustose e succulente. Come motivarli, quindi?

La soluzione è fare in modo che il momento della pappa costituisca per loro un piccolo rito che si ripete sempre con le stesse dinamiche. Farli accomodare sul loro seggiolone o su un apposito rialza-sedia (leggi qui per sapere quale seggiolone scegliere) , mettere a loro disposizione degli oggetti che sentono come propri, usare bavaglini, piattini e posate colorati e divertenti ci aiuteranno a raggiungere questo scopo. Vedrete che nel giro di poco tempo sarà proprio il nostro piccolino a indicarvi il suo bavaglino preferito e a brontolare se non vedrà a tavola il suo biberon o il suo bicchierino colorato.

Altro aspetto da non sottovalutare è il cibo. Il primo passo da compiere è infatti quello di imparare a utilizzare sempre materie prime di buona qualità e a preferire frutta e verdura matura e di stagione.

Cercate poi di differenziare l’alimentazione facendo assaggiare ai vostri bimbi tutto quello che la natura offre e che loro sono in grado di digerire. Alternare a ogni pasto carne, pesce e pollame e i diversi tipi di frutta e verdura può essere utile per fare in modo che non trovino noioso e ripetitivo il sapore della pappa ma anche per favorire l’assunzione del giusto contributo vitaminico e di sali minerali di cui hanno bisogno.

Per incuriosirli e stimolare il piacere innato alla scoperta, potremmo provare a mostrare loro gli ingredienti ancora prima di cucinarli di modo che ne apprezzino forma, colore e odore e in modo da coinvolgerli attivamente nella preparazione del pasto.

Non dobbiamo però avere pregiudizi: se desideriamo veramente il meglio per i nostri figli, dobbiamo dimenticarci di quel che piace a noi e di quello che non gradiamo. Ci dobbiamo piuttosto sforzare di preparare e cucinare degli alimenti che, in alcuni casi, non ci piacciono. Se poi riuscissimo ad assaggiarli anche noi, saremmo d’esempio per nostri piccoli che ci vedono come la figura di riferimento da prendere come modello.

Il rito della pappa comincerà quindi a prendere forma: seduto sul suo bellissimo e comodo seggiolone e circondato dai suoi accessori preferiti, il nostro bambino guarderà la pappa con fare sospetto ma sarà sufficiente vedere che anche noi la mangiamo volentieri per provare ad assaggiarla con il suo cucchiaino coloratissimo.

Come facciamo ad essere certi che la pappa gli piacerà? Prima di tutto cuciniamola ogni volta in maniera diversa dalla volta precedente, insaporiamo con i giusti condimenti e se abbiamo bisogno di un aiuto utilizziamo un robot da cucina baby e Cuocipappa. In effetti un elettrodomestico di questo tipo è in grado di trasformare ingredienti naturali e di qualità in ottime pietanze e soffici creme. I risultati saranno così deliziosi e salutari.

Nel caso in cui la pappa non dovesse essere consumata nell’immediato potrete adoperare i contenitori termici, così da poter mantenere sempre la giusta temperatura ovunque voi andiate!

Se seguirete i nostri consigli, utilizzerete accessori ed elettrodomestici adeguati, metterete in opera i nostri suggerimenti sulla rotazione della varietà dei cibi e sul tipo di cottura riuscirete certamente a convincere i vostri pargoli che, alla fine, mangiare la pappa non è poi così male!

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here